Notizie, Eventi e Video

L'insediata Check-Up: il futuro della tecnologia al servizio della vita quotidiana

  • 16 Maggio 2022

Dopo 30 anni di attività l’azienda trevigiana continua a crescere dando priorità a ricerca e salute

 

A trent’anni dalla sua fondazione, Check-Up continua a impegnarsi nell’ambito dell’innovazione, dello sviluppo e della ricerca, a cui dedica l’8% del fatturato aziendale, mantenendo un modello di business in grado di distinguersi dalla massa e soddisfacendo i fabbisogni e le esigenze della vita quotidiana. Il nome check up deriva proprio dalla necessità di fare uno screening dei fabbisogni e le esigenze del cliente: un “check up” tecnologico in tutte le fasi, dal concept alla progettazione, certificazione e produzione.

 Dopo il primo progetto – un sistema di antifurto wireless – Check-Up si è subito orientata verso la cura della persona, andando verso progetti nel mondo del design, della sanificazione ambientale, dell’home development, dello sviluppo di sensori “intelligenti”. I progetti, per quanto possibile, sono sviluppati nell’interesse della vita e della salute delle persone, sia in termini di funzionalità che di vero e proprio benessere (come nel caso dei dispositivi ad uso medico).

L’azienda è cresciuta realizzando non solo dispositivi medici, ha avviato partnership con i più importanti marchi nel mondo del benessere e ampliato il proprio business nel settore degli elettrodomestici, purificatori d’aria e altro ancora. L’obiettivo è quello di promuovere continuamente sia il know-how aziendale che l’uso inedito delle tecnologie. Il mix fra innovazione, creatività e senso estetico distingue i dispositivi realizzati da Check up da quelli di qualsiasi altro competitor. Le attività di Check up sono portate avanti secondo principi di tecnologia etica, economia circolare e della sostenibilità, sempre a beneficio delle persone. 

Internet Of Things (IoT) è uno dei punti focali dell’attività, a cui l’azienda si dedica fin dal 2014. Si tratta di oggetti di uso comune che, una volta connessi alla rete, creano nuovi modelli di business che accompagnano tutti i giorni la vita dell’utente, aumentando i servizi a disposizione e quindi anche i benefici nella fruizione dell’offerta fornita. Non a caso il motto dell’azienda è “objects with life inside” (oggetti con la vita dentro).

 Anche nel prossimo futuro, lo sguardo rimane rivolto alla sfide quotidiane, con un importante focus sulla salute: «Sono ormai anni che lavoriamo sulle decontaminazioni microbiologiche. Vogliamo utilizzare la tecnologia per fare in modo che si riduca costantemente la possibilità di contaminarci con virus e batteri. Ci siamo concentrati da sempre sull’antibiotico-resistenza, che è una pandemia non dichiarata, ma che di fatto esiste (in Italia ne muoiono 50mila persone ogni anno)» spiega l’amministratore delegato dell’azienda, Michele Carlet.

Hai qualche domanda? Scrivici!